Arianna Di Maio | la sua estetica, amore a primo… tocco

on Gennaio 17, 2020 by SOPHIE JUMBO Leave your thoughts

L’eleganza e l’austerità della maglia; filati di pura lana danzano in coreografie contemporanee, oltre i confini del tempo, un tessuto così regale dalla storia opulenta, si racconta sotto nuove vesti, si racconta sotto il nome di Arianna Di Maio. Capispalla e abiti sono il frutto di sperimentazioni tecnologiche e della tradizione artigiana che scorre nelle linee pulite ed essenziali dei modelli.

Arianna Di Maio, direttore creativo del brand che porta il suo stesso nome, nonostante la giovane età, vanta riconoscimenti e una gavetta più che rispettabile. La passione per la moda e il design si è tramutata in una curiosità, coltivata, per un’arte autentica quale la maglieria. Così l’ingegno ed una fantasia arguta hanno saputo dare vita a forme dal sapore couture.

In un’era guidata dalle logiche dell’apparire, Arianna Di Maio e le sue creazioni pongono l’accento sul sentire, sul percepire, sul cogliere prima di tutto la qualità dei materiali impiegati.

Uno smalto stilistico ed espressivo raro nella modernità dei nostri giorni. Il tatto, quella sensazione soffice che ricorda il tepore mattutino di una giornata di aprile, un coraggio sfrontato di remare contro i trend usa e getta e un’umiltà candida si intrecciano tra le mani, quelle esperte mani segnate dal tempo, segnate dalla storia, dalla tradizione.

Morbide silhouette scultoree accarezzano il corpo, avvolgendolo. Provocazione e ostentazione lasciano spazio ad una sensualità celata; la lana diventa un manto e le trame in maglia raccontano un incontro, un render-vous, tutto men che scontato tra la storia di una tradizione e la visione di un futuro dalle tinte inaspettate.

Un’esplorazione continua tra sussulti esaltati e sguardi speranzosi volti verso il domani. Con Arianna Di Maio si traccia un cammino di eleganza percorso dalla Lei contemporanea che non si concede, che non si svende, una Lei sofisticata dal sorriso esaltante e lo sguardo nobile.

Il toccare con mano diventa la colonna sonora di questa poesia inedita disegnata abilmente da Arianna Di Maio. La sua concezione estetica e il suo approccio non convenzionale sono capaci di celebrare un rigore formale e al contempo un animo sbarazzino. Le rifiniture, i tessuti, le tecniche impiegate, i motivi tridimensionali, le scale di grigi e di blu come cromie preferenziali… tutto sorprende e ipnotizza. I bozzetti prendono vita e le lavorazioni incitano una metamorfosi sensoriale lussuriosa.

Arianna Di Maio racconta una moda pragmatica, lasciati colpire al primo sguardo o meglio, al primo tocco. Scopri le creazioni della maison.

You Might Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *