Aru Eyewear | l’accessorio che sussurra chi sei

on Ottobre 6, 2019 by Leave your thoughts

Aru Eyewear ha lo sguardo di chi sa affermarsi e sperimentare senza perdersi mai. In ogni suo pezzo risuona audacemente la storia dell’occhialeria italiana, la quale scorre incalzante nella chiara visione Made in Italy del futuro del brand. Artigianato e nuove tecnologie sono ciò di cui si nutre per fiorire giorno dopo giorno.

Gli incontri inaspettati sono quelli che lasciano il segno più indelebile, ed è proprio in tale circostanza che Aru Eyewear è sbocciata inaspettatamente. Una label nata da poco che ha già impresso i suoi passi nell’eleganza di una bellezza che si racconta da sé, sottovoce. Questa giovane realtà, ideata e formata a settembre del 2018, muove sinuosamente i suoi primi passi già a novembre dello stesso anno ma si presenta a gran voce come un marchio registrato esattamente il 9 settembre 2019. La sua estetica è il frutto colto dal peculiare mash up tra imprenditori nel settore ingegneristico e architettonico e personalità del mondo della moda. Si è creata così, quindi, questa armonia giovanile che rincorre la classe dell’artigianato italiano, perno dei 72 stadi di produzione che caratterizzano ogni prodotto. Estro, passione, qualità dei materiali e tecniche innovative garantiscono occhiali biocompatibili dallo stile incisivo che emergono dal caos di una moda di massa.

“Il lusso va sussurrato, non urlato.”

Undici modelli compongono la prima collezione firmata Aru Eyewear che simula i colori e le forme della nostra amata madre terra, puntando i riflettori sul mondo dei fiori. Montature oversize e tonalità vivaci sono lo statement che echeggia nell’estetica del brand, accoppiato ai pezzi dalle linee classiche che ne raccontano la sua raffinatezza. L’eleganza del design rivela una pura ispirazione al fascino degli anni ’70, un omaggio a Audrey Hepburn e Jacqueline Kennedy. Lo stile retrò è volutamente la scenografia che il brand ha allestito per calcare il palcoscenico della moda e reinterpretare nei suoi pezzi l’estetica dell’uomo e della donna di oggi. Ogni modello è disponibile sia in versione optical sia in versione da sole, e per i più esigenti una particolare “lente aperitivo”: occhiali con filtro chiaro indossabili oltre l’imbrunire per mantenere un look audace senza appesantire la vista in tarda serata.

Qualità, design e Made in Italy. La collezione sorge dal connubio tra materiali pregiati e tecniche di produzione avanzate: acetato di cellulosa senza tracce di nichel che porta la firma di Mazzucchelli, metalli e filtri solari esclusivamente italiani. I materiali grezzi fluiscono armoniosamente tra i molteplici passaggi di lavorazione, tra i quali si distinguono la fase di sagomatura e burattatura eseguite per mezzo di tecnologie avanzate. La spazzolatura però è rigorosamente realizzata a mano così da garantire la massima lucentezza e durabilità. L’astuccio dell’occhiale non viene meno alle promesse di ricercatezza e grazia sulle quali il brand ha radicato la sua estetica: la nappa di pelle infatti, preserva la naturale grana della texture che si presenta soffice al tatto. Il tutto prodotto nella patria indiscussa dell’occhialeria italiana ed internazionale: il Cadore.

E questo era solo il primo atto! Aru Eyewear tornerà presto sotto l’occhio del ciclone nel fashion system con una capsule collection di prossima uscita realizzata interamente in metallo che respirerà moda anni ‘80. Riconoscersi in uno sguardo e nel potere del silenzio. La nuova collezione di occhiali da vista e occhiali da sole uomo-donna di Aru Eyewear è disponibile QUI alla portata di un clic. Non perderla d’occhio.

You Might Also Like

Look di Cettina Bucca: cappotto viola con bottoni rossi sovrapposto ad un abito stampato
CETTINA BUCCA | un racconto, una collezione, un sogno
on Ottobre 17, 2019
Borsa di Nicole Leòn: borsa convertibile in zaino, modello Nirvana, in pelle di vitello bottalata color latte.
Nicole Leòn | quando la versatilità diventa un’arte
on Ottobre 15, 2019
Look di The Al: vestito nero lungo in pelle
The Al | la pelle, un must nel guardaroba femminile
on Ottobre 14, 2019
Intervista a Luisa Tratzi | tutto parte…dalle scarpe!
on Ottobre 13, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *