Type and press Enter.

Ob-Session of the day | ecco la borsa di tendenza

Ob-Session of the day | ecco la borsa di tendenza

Borsa? Si… ma come? Last minute. Ultima chiamata per le solite inguaribili ritardatarie. Imbarcatevi sul volo della moda. Scordatevi ombrelloni e palette, fate il carico di must have e preparatevi ad indossare la it bag del momento: il secchiello! La natura di questa borsa, simbolo per antonomasia di praticità e funzionalità, ritrova la sua genesi in radici ormai distanti, ma pur sempre vive nei cresciuti rami dell’odiernità. Culla di scoperte, progressi, invenzioni. Memoria. Era il 1932 quando Louis Vuitton decreta il debutto della rivoluzionaria borsa secchiello battezzata da lui Noè. Inizialmente pensata e forgiata per soddisfare una peculiare richiesta fatta da parte di un produttore di champagne, esigente di un ottimale ma altrettanto elegante contenitore capace di accogliere e trasportare fino a cinque bottiglie di questo pregiato vino, ricordato anche nel colore della prima pallida oro Noè, diventa fin da subito emblema di una sofisticata, innovativa tendenza, accolta e desiderata da quelle donne dal taglio alla garçonne, precorritrici di piccole ma importanti conquiste, fugaci attimi di libertà. OBFASHION PRESENTS BAG TRENDS - BORSA -Studiata e proposta dalle più grandi maison come Schiapparelli, HermesGucci, questa bizzarra bag trova la sua massima affermazione tra gli anni ’60 e ’70, quando il comfort e la semplicità diventato binomio perfetto di look femminili non più strizzati e forzati in strutturati abiti bon ton, ma grintosi ed urlanti d’indipendenza, reclamati diritti. Ed ecco che di nuovo adesso il secchiello fa capolino. Sulle passerelle della Primavera – Estate 2016 spicca e si fissa come uno degli accessori cult di questa calda stagione. Elena Ghisellini lo tinge o di un accesissimo verde o di un giallo soft, opaco, pastello, rispettoso della tradizione nella morbida forma e nell’ immancabile coulisse con chiusura con laccio in pelle, rinnovato però in un aggiuntiva zip. Più rigida è la it bag di Giancarlo Petriglia strutturata ma alquanto smussata. Verde prato cerchiato da contorni semi circolari, lineamenti dolci, bordati in pelle nera, ripresa anche nella tracolla. Sofisticato allure, giusto compromesso tra trend e classicismo. OBFASHION PRESENTS BAG TRENDS - BORSASperimentali rivisitazioni da Giorgia Baiocco dove la bucket bag, per dirla all’inglese, si presenta con tanto di cappello. Spaziali geometrie sdrammatizzate in un giocoso colorato duetto di sgargiante corallo ed impeccabile nero. Vagamente vintage è invece l’altra versione da lei proposta, in stampato tessuto a pois sovrastato e richiuso da un coperchio in pelle testa di moro, uguale alla tracolla. Giallo, blu, fucsia, rosso, bianco: corolla, luminosi colori di un diadema coronante la morbidissima nera Paola Cademartori, decorata da una primeggiante fibbia dorata. Bellezza da collezionare. Il bianco si unisce al giallo nel maxi bicolor secchiello firmato Sara Battaglia. Vezzose frange decorano lateralmente una borsa non solo da portare a tracolla ma anche da braccio, grazie al suo corto manico. Embrionali forme già viste qui perfettamente riadattate alla celere contemporaneità, bisognosa di spazio e multifunzionalità. È rossa la bacchetta che magicamente si posa sulla creazione Barbara Bonner: lineare, liscia interrotta solo da una fibbia centraledorata. Semplicità vincente. Circolare vaso di morbidissima nappa da Majo, dove l’accurata scelta della pelle, contrassegnata da strisce, è solo un primo indizio del peculiare lavoro artigianale svolto intorno a questo innovativo secchiello dal gusto essenziale, minimale. Storia, classicismo, innovazione, contemporaneità. Tutto in un secchiello.

Giulia Fucile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *