Capsule Wardrobe | cos’è e come funziona

on Settembre 26, 2020 by Giulia Fucile Leave your thoughts

Se anche voi tutte le mattine aprite il guardaroba e restate a guardarlo per ore confuse, perse nella montagna di vestiti ma niente di davvero convincente da mettere, non potete perdervi questo post. Non potete non sapere cos’è e come funziona il Capsule Wardrobe.

Le nuove décolleté bellissime ma dai quei centimetri di altezza oggi sono davvero troppi, la gonna plissè con il cartellino ancora attaccato, oddio e quella mini “perché mai ho deciso di acquistarla in quel colore?”… Dite stop allo shopping compulsivo, agli accumuli seriali di capi e accessori e abbracciate invece una nuova filosofia di acquisto, un nuovo stile di vita: il Capsule Wardrobe.

Cos’è e come si crea il Capsule Wardrobe?

Da un po’ di tempo, il guardaroba capsula ricorre nelle parole di tanti ma la sua origine in realtà non è così recente. Coniato negli anni ‘70 a Londra da Susie Faux, proprietaria di una boutique di abbigliamento, il Capsule Wardrobe indica la possibilità di creare, organizzare e ottimizzare il proprio guardaroba scegliendo pochi ma versatili capi e accessori di alta qualità. Un approccio allo shopping più mirato e consapevole, che ci farà risparmiare tempo e sentire a proprio agio nei nostri look. E no, non spenderai di più. Anzi, puntando su capi evergreen e di qualità potrai sbarazzarti di tutti i vestiti e gli accessori inutili e scadenti e preferire invece pezzi che durano e non passano con le stagioni. Il Capsule Wardrobe ha raggiunto la sua massima fama grazie a Donna Karan che lanciò nel 1985 la Seven Easy Pieces, una geniale collezione capsula fatta da sette vestiti interscambiabili per vestirsi senza troppi dubbi e stress per andare a lavoro.

Ma torniamo a oggi. Per prima cosa, per organizzare un Capsule Wardrobe, è necessario scegliere un numero ristretto di capi basic, di qualità, versatili da mixare insieme per costruire look sempre diversi a seconda delle occasioni d’uso. Sei pronta a rivoluzionare il tuo armadio? Segui alcune semplici regole e vedrai che creare il Capsule Wardrobe sarà più semplice di quanto pensi.

Premessa: i numeri contano ma non sono tutto. La maggioranza sostiene che i capi nel guardaroba devono essere al massimo 37, altri che possono oscillare fino a 50, altri ancora molto più minimalisti non ne accettano più di una decina. Impresa ardua? Non preoccuparti, devi solo iniziare: in fondo se ci pensi, già adesso indossi sempre le stesse cose, lasciando il resto appeso per stagioni intere nell’armadio.

Regola numero 1: segui prima il tuo corpo e poi la moda.

A clessidra, a mela, a pera… da sempre utilizziamo questi modi per descrivere le diverse fisicità che ci portano a preferire alcuni vestiti rispetto ad altri. Valorizzare la silhouette anche attraverso l’abito ti farà sentire a tuo agio e scegliere di indossare più volte lo stesso capo.

Regola numero 2: i colori

Puntate su colori basici e facili da abbinare. Il nero, il bianco, il grigio, il blu navy da mixare poi con tonalità più vivaci e luminose in armonia con la carnagione, i capelli, gli occhi.

Regola numero 3: la qualità

Preferisci la qualità alla quantità. Scegliere un Capsule Wardrobe rispetto ad un armadio pieno di vestiti significa anche utilizzare spesso gli stessi capi: i tessuti e la loro qualità sono fondamentali per durare nel tempo, dati i frequenti lavaggi e trattamenti. Non dimenticare di leggere l’etichetta, preferisci fibre naturali, creazioni fatte in Italia con attenzione all’ambiente.

Quali pezzi must non possono assolutamente mancare in un Capsule Wardrobe?

Eccoci arrivati al dunque. Sicuramente un bel tubino nero, l’abito degli abiti, la camicia da abbinare ai tuoi look da lavoro ma indossare in modo più creativo anche nei tuoi appuntamenti fuori dall’ufficio (adoriamo quelle di YouareU). Il cappotto sartoriale e made in Italy proprio come quelli di Alipinta o di Zerobarracento, il blazer nero, un morbidissimo maglione (noi facciamo il filo a quelli di Arianna Di Maio), il pantalone a sigaretta, il must dei must cioè jeans, un femminile vestito stampato come quelli firmati da Alessandro De Benedetti, una gonna romantica e un po’ morbida da mettere sia in un contesto lavorativo che per le tue cene tra amiche(davvero esclusive quelle di), il trench. Ma anche gli accessori sono importanti. Nel tuo Capsule Wardrobe non possono mancare un paio di intramontabili décolleté, gli ankle boots e le comodissime sneakers, ballerine o slip on. E per le borse? Una maxi bag per portarti dietro tutto ciò che serve (come quella di SPAZIOiF) e una pochette per i tuoi appuntamenti eleganti (come la Clemsa).

E non dimenticare: per rendere davvero speciale il tuo Capsule Wardrobe ricordati di aggiungere il tuo tocco di stile e personalità!

You Might Also Like

tailleur pijama di Edoardo Gallorini in fantasia floreale
Ob-Session of the Day | scatena la fantasia!
on Ottobre 30, 2020
pochette grace in legno fuscra
Borsa | artigianale, made in Italy e… no logo, grazie!
on Ottobre 28, 2020
Sostenibilità | perché scegliere una moda green?
on Ottobre 24, 2020
Carolina Ravarini | un brand immancabile nel portagioie!
on Ottobre 23, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *