Chiara Quatrale | il bronzo modella una femminilità eterea

on Marzo 6, 2020 by SOPHIE JUMBO Leave your thoughts

Roma, classe 1986, nasce una sognatrice. Chiara Quatrale, designer e founder dell’omonimo marchio di gioielli, possiede l’immaginazione intrepida di chi ha tutta una vita davanti ma non lascia scorrere alcun secondo prima di afferrare la propria passione tra le mani. Così i polpastrelli delle dita diventano ruvidi al tatto, le giornate sembrano più lunghe perché passate rinchiuse in laboratorio ma nulla è invano, con tenera dedizione quelle stesse dita danno forma a creazioni artigianali eteree. Gli anelli, fedeli compagni delle donne, fioriscono in linee classiche e composizioni essenziali riconoscibili per grazia e raffinatezza. Il bronzo viene scrutato e poi fuso a cera persa, sgombro di orpelli elaborati e pretenziosi ma di un’austerità silenziosa, si modella in pezzi unici tra loro… la lavorazione handmade della materia fa sì che non ne esisteranno mai due identici, Chiara Quatrale rincorre l’assoluto, la lussuriosa rarità identitaria con accessori di alta gamma.

Limpida, ha la stessa purezza dell’acqua che scorre impavida sulla nostra amata terra, l’estetica del brand è una sorgente evocativa di bellezza. E proprio la natura con i suoi segni, i suoi colori e la sua avvenenza spontanea, istintiva, essa è la musa ispiratrice delle opere del marchio. Il fascino della botanica avvolge di un je ne sais quois le differenti produzioni, i riferimenti però non sono letterali, ogni pezzo incarna quella sorta di intimità e pudore che suscitano le piante e il loro corredo di bellezza. Con sovrapposizioni, scomposizioni, simboli e forme reinterpretate… l’omaggio è riuscito a pieni voti. Con tanta voglia in tasca, la giovane designer consegue una laurea in Design del Gioiello presso lo Ied di Roma arricchendo poi il suo curriculum accademico con una specializzazione in disegno 3D e tecniche di lavorazione in cera persa all’Accademia delle Arti Orafe di Roma. Sagacia e una forte sensibilità intellettuale fanno sì che lei riesca poi ad impiegare tutto questo sapere nella sua arte plastica realizzando manufatti inediti.

Le radici sembrano richiamare quasi l’avvenenza greca con il corpo scultoreo dei modelli, le suggestioni di ombre, giochi di chiaroscuri dovuti agli intrecci e gli angoli levigati ma fertili di perfette imperfezioni. Come la storica Venere di Milo, le sue creazioni sono originate da formule compositive velate ed armoniche. Raccontano un desiderio celato e modesto che sboccia nelle sinuosità morbide delle sagome, una seduzione docile fatta di armonia e un allure vintage.
Diverse sono le opere d’arte indossabili che presenta l’estro di Chiara, in questa coreografia corale ogni pezzo però gode di luce propria. Il design, così delicato e soave nelle sue linee essenziali fa sospirare l’anima. I volumi rimangono contenuti, le sagome sottili e di un’accattivante fragilità, solo apparente. Più che dei prodotti, gli anelli sono un onirico inno alla bellezza classica di una volta, lo stile non fa baccano ma colpisce nella sua pregiata quiete. Entra nel dolce universo di Chiara Quatrale, per coronare la dea che è in te.

You Might Also Like

Ob-Session of the day | tutte le sfumature del blu
on Novembre 27, 2020
Shopping Experience | un viaggio digitale nella moda reale!
on Novembre 25, 2020
blusa beige trame di stile
Trame di Stile | il design incontra la sostenibilità
on Novembre 23, 2020
What’s New | comfy chic, tra eleganza e funzionalità
on Novembre 21, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *