Elisabetta Furin: l’interprete dell’eclettismo

on Aprile 9, 2015 by Laura Pellegrino Leave your thoughts

Con una filosofia progettuale basata su sostenibilità, innovazione, contaminazione Elisabetta Furin, giovane designer umbra e docente di progettazione, ci stupisce di continuo realizzando opere diverse tra loro, sia nei materiali sia nella destinazione d’uso, ma tutte legate da un unico filo conduttore: arricchire l’ordinario quotidiano con prodotti funzionali che nascondono suggestioni emozionali.

Dopo diverse esperienze presso importanti aziende in Italia e all’estero, decide di tornare alle origini divenendo responsabile della progettazione di tutti i pezzi della linea “Ceramica Made in Umbria” , iniziativa che mette in collaborazione ventuno tra le migliori realtà artigianali del territorio e che verrà presentata al prossimo Fuorisalone di Milano. Una collezione di oggetti e arredi in ceramica che reinterpreta la tradizione locale riprendendone forme, motivi decorativi, colori e declinandoli verso una prospettiva nuova.

 La ceramica diviene quindi veicolo di valorizzazione dell’artigianato artistico ed Elisabetta Furin diviene l’ interprete della contemporaneità, proiettando la tradizione nel futuro.

Per info http://elisabettafurin.it/

You Might Also Like

Borsa di Nicole Leòn: borsa convertibile in zaino, modello Nirvana, in pelle di vitello bottalata color latte.
Nicole Leòn | quando la versatilità diventa un’arte
on Ottobre 15, 2019
Look di The Al: vestito nero lungo in pelle
The Al | la pelle, un must nel guardaroba femminile
on Ottobre 14, 2019
borse di Clemsa: mini clutch in tre diverse colorazioni, bianco, blu e giallo
CLEMSA | storie, culture e un animo artigiano
on Ottobre 12, 2019
Modelle che indossano occhiali Rewop Milano con montatura tartarugata in acetato
Rewop Milano | il potere di distinguersi
on Ottobre 10, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *