Gioiello contemporaneo | il lusso dell’avanguardia

on 15 Aprile, 2020 by Ilaria Introzzi Leave your thoughts

Per Christian Dior “il lusso è libertà”. Al di là del dibattito che potrebbe scaturire da questa affermazione, è interessante capire il valore della parola lusso nella nostra società e di conseguenza quello che assume nell’industria della moda e del gioiello contemporaneo, in particolare emergente.

In generale, i giovani brand interpretano il realizzare e possedere dei beni preziosi non facendone tanto una questione di prezzo e di (sola) apparenza. Piuttosto si tratta di un valore intrinseco all’oggetto stesso. Un risultato dato da una somma di cinque fattori come: qualità – dei materiali -, tecnica, etica, funzionalità e, certamente, estetica.

Quando si pensa a comporre un look spesso si tralasciano i bijoux. “Sono in più, qualcosa di effimero”, si usa dire. Eppure la storia insegna che fanno parte dei corredi femminili da millenni. E negli ultimi anni sono diventati imprescindibili nelle collezioni delle maison più importanti. Che sia un semplice filo dorato o un pezzo dal gusto opulento, il gioiello contemporaneo è sinonimo di lusso secondo i penta-elementi di cui sopra. Senza compromessi, i designer emergenti portano avanti i loro progetti personali sotto la guida di questi fili rossi, senza perdere mai l’obiettivo: fare arte e creare bellezza.

Giorgia Panzironi fonda il suo brand in quel di Roma, dopo essersi laureata in Design presso il RUFA (Rome University of Fine Arts), un master al Politecnico di Milano e uno stage dal gioielliere Bernard Delettrez. Le sue creazioni, interamente realizzate in Italia, sfidano i tempi moderni ripescando le antiche tecniche artigianali che la designer applica a forme contemporanee reinterpretate attraverso la sua creatività e fantasia.

Il gioiello per Silvia Guarnieri è sinonimo di ceramica. “Lavoriamo la porcellana in un processo interamente artigianale e manuale, piacevole e per molti aspetti divertente, con processi tradizionali che ci permettono di dare vita a gioielli contemporanei.” Spiega la designer. Tra le collezioni più iconiche, Juniper Precious è sinonimo di lusso all’avanguardia. Ispirata alla natura e in particolare modo al ginepro nero, da cui prende il nome. Ogni singola bacca dei monili viene realizzata a mano.

Nella terra del Vesuvio Khàrm design è il progetto di Carmela Barbato nato nel 2014. Si tratta di un brand del gioiello il quale, più che contemporaneo, è già proiettato al futuro. E questo per via della ricerca rivolta allo stile, ai materiali (plexiglas, pietre naturali e PLA), alla contaminazione delle tecniche tradizionali con le nuove tecnologie, come il taglio laser e la stampa 3D e alla leggerezza materica. Il lusso a 360 gradi.

STKREO. Stefania Tortella, architetto, fonda il brand con l’obiettivo di unire il mondo del gioiello, del design e della moda sotto un’unica definizione, ovvero quella di “architetture sartoriali”. Attraverso la pelle, unico materiale con cui realizza i suoi particolari monili, realizzando creazioni interamente fatte a mano, pezzi unici, veri e propri ornamenti contemporanei, spesso aggiungendo texture e sfumature di colore dipinte da lei stessa.

Allora forse, il vero lusso oggi è quello di mettersi alla prova. Ascoltare i propri desideri, la “vocazione”. E da lì, poi, creare mondi magici, preziosi, come quello del gioiello contemporaneo.

You Might Also Like

Talk About | genderless, la moda che racconta ciò che siamo
on 11 Luglio, 2020
7 modelli di pantaloni | pronte a scoprire su quali puntare?
on 8 Luglio, 2020
handbag con pietre e piume Lucia Merlo Bags
Lucia Merlo Bags | tra piume e scintillìi, borse made in Italy
on 6 Luglio, 2020
Ob-Session of the Day | orecchini, i gioielli dell’estate!
on 4 Luglio, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *