Type and press Enter.

Intervista a Spendthrift | lo streetwear è virale

Spendthrift è un brand giovane, fresco, innovativo. Proprio come i suoi fondatori, Federico Cancelli e Marco Cuccagna. Nato nel 2013, Spendthrift è riuscito a crescere velocemente, evolvendosi ed emergendo nel sistema moda per qualità e originalità. Esplodendo sul web, conquistando influencer ed addetti al settore. Come delle vere tele bianche, le t-shirt diventano il posto per esprimere e liberare la propria creatività. Giocando con i colori, con i disegni, con l’arte e con le reinterpretazioni. Trasformando le immagini, reinventando gli scenari, creando grafiche accattivanti si sono distinti dagli altri, esprimendo tra idee e tessuti tutta la forza del loro dna.

Entrambi con alle spalle un background lontano dalla moda, ma allo stesso tempo appassionati di questa, Federico e Marco danno il via al loro progetto partendo proprio dalla t-shirt. Il pezzo più casual che ci sia, l’indumento che proprio tutti abbiamo nell’armadio ma che Spendthrift vuole rendere unico e particolare. Inizialmente le t-shirt erano bianche, base per stampe originali; poi la svolta, le magliette sono diventate nere, il punto di vista si è ribaltato e le grafiche sono diventate “in negativo”. Così sulla scia della loro storia abbiamo conosciuto Federico, Marco ed il loro interessantissimo marchio Spendthrift. E li abbiamo intervistati…

Ciao ragazzi, il vostro brand ci incuriosisce parecchio. Emergente, made in Italy, all’avanguardia…cosa si nasconde dietro questo nome così particolare, Spendthrift? “Spendthrift nasce a Foligno, nel cuore dell’Umbria, ed il suo nome “spendaccione” è un vero antidoto anti crisi, vuole provocare e uscire dagli schemi. Siamo partiti da un pezzo chiave del guardaroba, la t-shirt, unendo alla sua semplicità un concept grafico capace di esprimere le nostre idee e visioni. All’inizio abbiamo diffuso i nostri capi in Umbria, poi allargato il mercato a tutto il territorio nazionale fino ad arrivare a quello internazionale, con il Giappone nel 2015.”

Ma adesso non più solo t-shirt, giusto? “Sì, il marchio si è evoluto. Dalla cura nella scelta dei tessuti allo sviluppo continuo di modelli e stampe fino alla collezione Autunno – Inverno 2019/20 “Vision” che rappresenta davvero qualcosa di diverso, Spendthrift oggi è cresciuto e maturato stilisticamente includendo non più solo t-shirt ma anche maglieria, capispalla e pantaloni.”

L’attenzione alle materie prime e alla qualità è alta: dove producete le vostre creazioni? “Tutto rigorosamente in Italia. Ci serviamo dei migliori laboratori per garantire l’alto livello della produzione, che avviene per il jersey in Lombardia e per la maglieria e le stampe in Umbria.”

Progetti per il futuro? “In pentola bollono moltissime novità. Abbiamo avviato collaborazioni con il mercato statunitense, saremo presenti all’International Design Festival di Berlino, organizzato in collaborazione con Adidas Germania…i progetti sono tanti e sempre più interessanti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *