Il sughero, questa straordinaria e versatile materia prima, è l'elemento caratterizzante delle creazioni della giovane stilista sarda Giorgia Bistrusso. Nel curriculum di Giorgia ci sono già numerose esperienze di tutto rispetto, e collaborazioni con alcuni dei marchi più importanti del mondo fashion. Nel 2010, dopo la laurea in moda e design a Firenze, la giovane designer fa ritorno in Sardegna per iniziare il suo personale percorso seguendo il suo istinto, circondandosi da esperti artigiani del luogo, valorizzando materiali inusuali. Premiata tra i cinquanta migliori talenti della moda nel mondo nel concorso Young Vision Accessories Award 2014 ideato da Vogue, realizza pezzi unici e nominati singolarmente, avvalendosi della maestria di esperti artigiani sardi.
L’idea di dare un nome ad ogni pezzo è nata perché ogni borsa ha una sua storia e una propria personalità, i loro nomi si rifanno a quelli delle farfalle giapponesi, uniche e femminili in ogni battito d’ali, delle vere muse per me.
L'amore per la sua terra emerge prepotente dai suoi lavori: materiali, tessuti, tecniche, colori in un intreccio meticoloso fatto di natura e tradizione. Le origini sarde si ritrovano nelle trame dei tessuti, nei motivi grafici, nelle calde tonalità dal sapore vintage.
La mia origine è la mia identità, l’isola è il punto di partenza. Il passato è un bagaglio culturale che ci portiamo sempre dietro, è intrinseco in noi e in quello che facciamo.
Sughero, pelle, una maglia fatta al telaio, a Samugheo, con un motivo geometrico, sono gli elementi portanti utilizzati per la collezione SS2015 di Bistrusso . Uno stile retrò traslato nella contemporaneità, dove il lusso diventa l'esclusività, dove le tradizioni divengono memoria. Borse e clutch, dalle linee minimali, assolutamente pratiche e versatili,   pensate per donne eleganti, sofisticate, che amano distinguersi indossando l'artigianalità, l'unicità, la qualità di autentiche eccellenze del made in Italy. Per info www.bistrusso.com