Greta Boldini, a tu per tu con la bellezza, a tu per tu con l’eleganza. Unisci lo charme di una diva senza tempo come Greta Garbo all’allure parigina della Belle Époque immortalata da una mano d'artista come Giovanni Boldini per riscoprire l'anima di questo brand. Coraggio, regalità, modernità, ma anche un pizzico di nostalgia negli occhi di una donna che veste la contemporaneità al quadrato, anzi al retrò. Tutto questo, e non solo, è…Greta Boldini.

Ma chi si nasconde davvero dietro questo binomio di nomi? Dietro a quelle collezioni che danno forma ai sogni? È il 2007 quando Alexander Flagella e Michela Musco si specializzano in Fashion Design al Polimoda di Firenze. Dopo un periodo che li vede divisi e impegnati nel settore degli accessori lui, in un master in alta moda lei, i due giovani designers si ritrovano nel 2011 in una sinergia destinata a divenire brand, a divenire Greta Boldini. Finalista della competizione internazionale WHO IS ON NEXT? 2013, promossa da Vogue Italia e Altaroma, Greta Boldini è la poesia del dettaglio, la tradizione della qualità, la cultura dell’artigianato.

Dal 2016 unico direttore creativo, Alexander Flagella continua a stupire. Dopo aver trasferito il cuore dello stabilimento da Roma ai sobborghi della sua Torino, continua ad essere onnivoro di cinema, arte, fotografia, ispirazioni costanti per le sue collezioni. E per la Primavera - Estate 2017 è "Nativa" il titolo del viaggio onirico raccontato da Greta Boldini. Il poeta Dylan Thomas, ed il suo Galles dai toni forti, l’arte di Graham Sutherland, i Nativi d’America, il pianeta rosso Marte.

Flussi visivi e letterari, vocazioni tradotte in commistioni tessili dove l’equilibrio si riscopre in uno stile perfetto, in una femminilità sottile. La leggerezza delle linee scivolate, i capispalla over, i top che lasciano respirare la schiena, si mixano alla costruzione delle rifiniture, all’elaborazioni di dettagli come piume marabout, frange, ricami 3D. Abiti sottoveste avvolgono corpi sofisticati, fitti plissè sposano lunghezze midi. Pizzi macramè, satin, georgette, georgette di seta ma anche cotoni panama, tulle di cotone e cady di viscosa. Le stampe floreali e geometrismi si alternano a colori vibranti come corallo, menta, bianco, ma anche pallidi rosa, grigi, leggeri bordeaux, indiscutibili neri. Greta Boldini: quando il talento torna a casa.