Type and press Enter.

PITTI Uomo 90 | Lucky Numbers

PITTI Uomo 90 | Lucky Numbers

Firenze. 12 febbraio 1951. Villa Torrigiani. Un’illustre mente, nove sartorie italiane, una trentina di invitati tra cui compratori stranieri e firme del giornalismo internazionale. Ecco il primo defilè, il primo vero grande evento, sfilata di fluttuanti abiti, vestiti impersonanti i desideri e le volontà di quei tempi. La giusta intuizione nel comprendere la potenziale portata del Made in Italy e la svolta che questo poteva apportare all’Italia e al suo sistema economico, in risalita dopo la catastrofe della Seconda Guerra Mondiale, è scaturita dalla geniale mente di Giovan Battista Giorgini. Simonetta, Sorelle Fontana, Fabiani, Schubert, Marucelli, Veneziani, Carosa di Roma, Vanna di Milano: noti nomi, intrinsechi, primordiali fondatori dell’eccelso pret à porter italiano. Da questa cruciale data, forte nello scaturire clamore e attirare curiosi sguardi, internazionale interesse, le sfilate iniziarono ad essere svolte con cadenza regolare prima al Grand Hotel, poi nell’ incantevole Sala Bianca di Palazzo Pitti. Da qui il nome di quello che oggi è uno degli snodi nevralgici di questo inestimabile italian fashion businesspitti-uomoAlla novantesima edizione del Salone, Pitti soffia ben novanta candeline e si prepara al countdown della prossimo imminente Pitti Uomo 90, in scena da martedì 14 a venerdì 17 giugno. Caleidoscopici eventi irradieranno senza freni la città d’arte per eccellenza, Firenze, ricoprendola di un velo, un’allure del tutto affascinante. Tema del Pitti Uomo 90, manifestazione dal calibro globale, architettata nella Fortezza da Basso in 60.000 metri quadri e con ben 15 sezioni, è Pitti Lucky Numbers. Tutta la nostra vita è contrassegnata, accompagnata da numeri talvolta inspiegabilmente ossessivi, ricorrenti. Simboli del destino, della fortuna o semplicemente elementi, privi di aggiuntivi significati, celebrati ironicamente qui con un set design a cura di Oliviero Baldini. Il tema numerico sarà la base di ulteriori performance creative: “Wall of Frame”, organizzata dalla rivista Rolling Stone, grazie alla street art di Laurina Paperina e sotto la direzione del critico e art consultant Nicolas Ballario, che vedrà una nuova smorfia con una maxi parete di novanta numeri, ironici interpreti di icone musicali, culturali, televisive, cinematografiche; il magazine Undici con “L’Epica dei Numeri”, presentazione di undici maxi sculture dedicate alle maglie di storici calciatori; Rivista Studio con “4X4=2016” che userà la voce di quattro giovani giornalisti interrogati sul concetto new classic a supporto di un’istallazione fatta da altrettanti giovani artisti italiani. Lo spettacolare carrozzone della moda non prevede pause.OBFASHION PRESENTS PITTI 90 - Nessuna fermata è prevista per questi quattro giorni d’insulinico fashion. Dagli alternative set  progettati da molti come Moa Master of Arts o da Sastreria 91, al Pitti Italics Special Event, impersonato da Fausto Puglisi. La moda esce dalla fortezza e dai suoi schemi tradizionali con la mostra Karl Lagerfeld- Vision of Fashion allestita a Palazzo Pitti ed inaugurata martedì 14 giugno. Duecento immagini, emozionanti scatti, alcuni inediti, della splendida carriera di uno dei più importanti guru della moda, a cura di Eric Pfrvnder e Gherard Steide. La culla della bellezza è in trepida attesa per il grande ritorno di Raf Simons. Il famoso stilista ha scelto Firenze ed il Pitti Uomo per presentare la prossima SS2017 in un defilè ambientato alla Stazione Leopolda ed in scena giovedì 16 giugno. Attenzione e considerazione alle nuove leve, i giovani, ossigeno vitale, insostituibile artistico nutriente. Per tutelarli e sostenerli, dal brand development al career management, a partire dal gennaio 2016, Pitti Immagine con il progetto Tutorship si occupa dei new talents, con un team dedito alla loro promozione, professione, imprenditorialità. Amici della buona sana creatività. E proprio nella cerimonia di inaugurazione del Pitti Uomo 90, martedì 14 giugno a Palazzo Vecchio, si decreterà il vincitore del concorso Who Is On Next? Uomo, progetto di scouting di emergenti talenti, italiani o che producono in Italia, nella moda maschile, realizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery e promosso da Pitti Immagine Uomo in collaborazione con Altaroma e L’Uomo Vogue. Ed anche per un’emergente internazionalità il posto non manca. The Latest Fashion Buzz: Pitti Uomo presenta, in collaborazione con Gq Italia e L’Uomo Vogue, giovani promesse  internazionali del menswear. All’arena Strozzi sarà presente per la prima volta un display delle loro collezioni a Touch. Le luci si stanno spegnendo. Il sipario inizia ad aprirsi. Pitti Uomo 90 va in scena!

Giulia Fucile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *