Scarpe | un nuovo approccio per la donna contemporanea

on Marzo 27, 2020 by Ilaria Introzzi Leave your thoughts

In tempi non sospetti una certa Coco Chanel dice: “La moda passa, lo stile resta”. Una frase talmente iconica che viene utilizzata in moltissime occasioni. Anche in fatto di scarpe, l’accessorio tra i più gettonati e necessari. In particolare per le donne, molte delle quali ne fanno un vero e proprio feticcio.

Nel corso dei secoli fino a oggi, i modelli nati dalle necessità pratiche o dall’estro creativo dei fashion designer sono veramente impossibili da contare. Dai sandali alla schiava dei greci – eleganti, pratici e sensuali – allo stiletto So Kate di Christian Louboutin (ora in mostra fino al 28 luglio 2020 al Palais de la Porte Dorée a Parigi) le calzature sono il vero chiodo fisso.

Tacco 12, ballerine, stivali, slipper, sneaker e sandali. Chi più ne ha più ne metta. Sì perché se fino agli anni ’50 per andare a una cena importante era quasi d’obbligo il tacco alto e la punta non doveva mai essere rotonda – almeno nell’accezione borghese – oggi non è più così: la moda è libera dalle leggi. Non esiste più un codice dello stile. Ognuno ha il suo, anche quando capita di essere invitati a eventi di una certa importanza.

Un’ampia gamma di scarpe – dai sandali ai boots – contraddistingue le creazioni della designer Susana Madrid. Nata negli States e cresciuta in Colombia, decide che debba essere Milano la sua base creativa e, soprattutto, produttiva. Il lusso delle sue calzature le rende adatte per ogni occasione, très chic.

Abbinare delle scarpe da tennis a un vestito con stampa floreale all over può sembrare una scelta azzardata, ci vuole coraggio ma non è impossibile. Infatti tra i primi a mandare in passerella le sneaker è stato Karl Lagerfeld qualche anno fa. E la stampa di mezzo mondo l’ha osannato. Ha premiato il coraggio che il grande designer ha avuto nel far sfilare abiti Chanel assieme a delle scarpe non proprio convenzionali per la maison parigina. Black Dioniso, il brand di calzature fondato da Luca Berioli produce da Perugia, scarpe sportive di lusso, ispirandosi alle icone del ‘900, “rivisitandole con applicazioni pregiate e lavori hard- made”, spiega il designer. Le sue “luxury sneaker” – così le definisce – vengono apprezzate in tutto il mondo e arrivano ai piedi dei Guns and Roses e dalla stella del calcio Ronaldo. Luca Berioli ha anche un suo eponimo brand, dove interpreta la scarpa in modo personale, più intimo.

E a proposito di sneaker, perché non puntare a dei modelli unisex come quelli realizzati da Matteo Pressamariti per il suo brand Press At Work? Tutte realizzate in Italia, le scarpe del designer si contraddistinguono per la pulizia delle forme e dal motto “più qualità e meno quantità”.

Un passe-partout sono i kitten heels. Infatti si possono indossare con un paio di jeans e una t-shirt; abbinati a un pantalone sartoriale nero e una camicia di seta fanno subito eleganza allo stato puro. Tra i più interessanti, nella cerchia dei brand contemporanei, ci sono quelli di Les Jeux Du Marquis, brand tutto italiano, viene infatti da Fermo, fondato nel 2012 da Emanuele Coppari. La produzione è interamente marchigiana e grazie al made in Italy riesce a realizzare scarpe iper- femminili d’altissima qualità. L’obiettivo numero uno del brand è quello di fare diventare (e sentire) la femmina una dea della contemporaneità. Il modello Marquissima Swallow Pump è una versione adatta alla donna del nostro secolo, ispirata al modello storico da cui molti traggono ispirazione: la décolleté Belle Vivier di Roger Vivier. Del resto dai maestri si deve pure trarre qualcosa.

You Might Also Like

5 nuovi brand di borse | super cool e made in Italy
on Febbraio 27, 2021
Mhudi | un brand che fa perdere la testa!
on Febbraio 25, 2021
Ob-Session of the day | rosso passione
on Febbraio 19, 2021
Aru Eyewear | occhiali artigianali e made in Italy
on Febbraio 18, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *