Vagamè | abiti trasformabili e multifunzionali

on Settembre 15, 2016 by Gildo Giuliani Leave your thoughts

Vagamè? Da un’idea, mille. Mille modi di essere, esserci. Per trasformarti ogni volta che ti va. Niente ago né filo ma solo una gran voglia di distinguersi, emergere. Calamite, ingegnosi inserti e…voilà. Il gioco è fatto. Un altro abito è nato: dallo stesso capo pantaloni, jumpsuit e chi più ne ha più ne metta. Dal casual all’elegante passando solo dalla fantasia. Per tirare fuori dal cilindro il vestito più adatto, il vestito che fa per te.

È Spoleto la culla creativa di questo emergente ma già riconoscibile brand, nato nel 2013 dalla passione di due sorelle. Quattro mani, quattro occhi, un unico cuore: Vagamè. Il background formativo di Pamela Agostini, attinente al mondo del fashion, si sposa perfettamente con la preparazione scientifica di Federica Agostini, laureata in Scienze Economiche e Bancarie, dando vita ad un mix esplosivo, dove l’unica miccia è la creatività. Scommettendo tutto su sé stesse, avvalorate da una grande dose di talento e spinte da un forte desiderio di realizzazione, costruiscono una loro visione di moda, intima.

Ricercati tessuti, originali, introvabili stoffe diventano la base per architetture tessili performanti, working in progress. Ogni abito evolve, passa ad altro, cambiando stato, forma, liquidità. Textures naturali si uniscono a quelle artificiali sperimentando e ricercando la migliore vestibilità. Pezzi monocromatici si alternano a stampe più romantiche; l’occhio viene colpito, attratto in un gioco fatto da una moda sui generis, estemporanea, dove il trend è sorpassato da una versatilità propria.

L’artigianalità e la maestranza del sapere fare e fare bene trionfa in questo nido tutto Made in Italy, limbo dove il fashion sfuma, oltrepassa i confini dell’unicità dell’arte. È stato il modello Movida a segnare l’inizio di questa storia, il nuovo modo di intendere e creare. Un solo scampolo per avere un gilet, una gonna, una blusa, un abito e molto altro ancora. Per essere pronte per qualsiasi evenienza, ogni occasione d’uso. Adattabile e funzionale, veloce come il serrato ritmo metropolitano.

Così il modello Akido può, fra i più, essere un’elegante tuta con tanto di fiocco come un pratico cardigan, Tricky una sportiva felpa col cappuccio o un maxi dress. E non solo. Lo stile giapponese si intesse nei volumi progettati, geometrie furbe capaci di creare geniali effetti ottici, allungando e snellendo la figura. Vagamè: l’esperienza del vestire, l’arte del creare. Per info vagame.it

You Might Also Like

Pineapple capsule di Fuscra
FUSCRA PINEAPPLE BAG | borse avvolte da un aroma ecologico
on Dicembre 7, 2019
La modella in primo piano indossa camicetta blu sbottonata di Edoardo Gallorini
Edoardo Gallorini | l’erotica noia borghese
on Dicembre 6, 2019
cover Meraky
Meraky | borse che hanno tutto un altro…gusto!
on Dicembre 5, 2019
The Look Plissé
The Look | plissé, tra vintage e modernità… un must
on Dicembre 4, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *